FANDOM


« Sei sempre stato il più debole, John! Sempre un puto! »

Javier Escuella era un criminale messicano.

Carattere Modifica

Prima che le loro strade si dividessero, lui e John Marston erano molto legati da un'amicizia fraterna.

Storia Modifica

Passato Modifica

Nacque nel Nuevo Paraíso nel 1873. Divenne un rivoluzionario, ma ben presto si trasferì negli Stati Uniti e si unì alla gang di Dutch. Questa si dedicò perlopiù a rubare ai ricchi per dare ai poveri, anche se molte rapine finivano male e la banda commetteva numerosi crimini, uccidendo anche innocenti e poliziotti. Con il tempo, Javier e gli altri seguaci di Dutch rimasero disillusi per il comportamento di quest'ultimo e il gruppo si disgregò in seguito a una rapina andata male nel 1906. In seguito, Escuella tornò nel Nuevo Paraíso e iniziò a lavorare come mercenario e assassino al soldo del colonnello Agustin Allende.

Red Dead Redemption Modifica

Nel 1911, mette Bill Williamson sotto la protezione dell'esercito messicano per aiutarlo a fuggire da John; quest'ultimo però raggiunge il Nuevo Paraíso per dare la caccia ai suoi due ex compagni.

Javier dunque si sposta di forte in forte ma, quando si nasconde a El Presidio, Marston e i ribelli di Reyes vi fanno irruzione. John affronta Javier, che però riesce a fuggire a cavallo: il suo ex compagno lo insegue e deve quindi decidere se ucciderlo e lasciarlo in una cella del forte vicino in attesa che Archer Fordham lo porti via o catturarlo e portarlo personalmente agli agenti federali.

Curiosità Modifica

  • È uno dei pochi personaggi messicani a parlare inglese senza un forte accento.
  • Se viene catturato, chiede della moglie e dei figli di John, indicando che la figlia di quest'ultimo è morta dopo il 1906.
  • Se lo si lega, lo si lascia davanti ai cancelli del forte e gli si spara con un cannone, si otterrà lo stesso effetto che consegnarlo vivo.
  • Il suo cognome ricorda la parola spagnola escuela, ovvero "scuola", ma anche escollo, ovvero "problema".
  • Nella missione "Vecchi amici, nuovi problemi", John comunica ad Abigail che Dutch, Bill e Javier sono morti, a prescindere dalla scelta effettuata in "I cancelli di El Presidio", indicando che Javier sarebbe stato comunque condannato a morte.
  • John afferma che Javier non ha mai voluto insegnare lo spagnolo ai suoi compagni di banda, cosa che fa sogghignare Abraham Reyes.